loading

Architecture. Design. Graphic.

Il progetto nasce dall’idea di un workspace vivace ed adatto ai vari scenari lavorativi, senza rinunciare alla comodità ed al piacere di viverlo a chi vi ci lavora tutti i giorni.

MDO è la nuova sede calda e moderna dell’OMC&OMB. Uno spazio accogliente e dinamico in cui si incontrano funzionalità e gusto.

Il contesto

Posta al primo piano di uno stabile completamente ristrutturato in centro Monza, il progetto della nuova sede lavorativa dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Monza e Brianza nasce dall’unione di due vecchi uffici ormai in disuso, ma che occupavano un’ottima posizione all’interno del centro storico del capoluogo brianzolo, luogo quindi consono ad una sede di rappresentanza come quella di un ordine professionale.

 

Il “negativo-positivo”

Un elemento importante di questo progetto è il corridoio di distribuzione, il quale collega i due ingressi, pubblico e privato, della sede. Ricavato dal volume residuo degli spazi lavorativi e di servizio, esso non vuole essere una semplice zona di passaggio ma una zona di lavoro attiva, in quanto con l’inserimento delle vetrate scorrevoli degli uffici singoli e le armadiature nascoste in boiserie crea un gioco di pieni e vuoti all’interno di uno spazio solitamente statico. L’uso del vetro oltre a dare una permeabilità visiva dal corridoio agli uffici e viceversa, serve anche a garantire un adeguata illuminazione della zona d’ingresso, in quanto priva di fonti di luce naturale. L’utilizzo della boiserie in carta da parati crea un ritmo serrato e modulare, e si relaziona con gli spazi retrostanti e contingenti ad essa, conferendo allo spazio una eleganza adatta al suo ruolo istituzionale.

 

La Luce

Affascinante se non essenziale in questo progetto è lo studio dell’illuminazione, la quale con la sua versatilità riesce a creare, con dei riflessi sui molteplici materiali, degli ambienti sia freddi che caldi, sia adatti al lavoro quotidiano sia di atmosfera conviviale, riuscendo a plasmare totalmente le sensazioni che si possono avere all’interno di uno spazio definito. Linee di luce dimmerabili, spot segnapasso, corpi illuminanti a sospensione, parete, terra e tavolo, oltre a barre luminose Custom-made, sono gli attori di questo scena che cambia in continuazione, dalla quantità di luce naturale in base alle ore del giorno alle esigenze dei suoi lavoratori, fino ad arrivare alla modularità che può avere uno spazio come la sala assemblee, adatto sia a lezioni frontali con oratori, sia a corsi con proiezioni digitali, sia a spazio di incontri o esibizioni.

 

Le Texture

Il Design interno è un incontro tra texture e materiali di natura diversa che creano lo spazio e l’arredo su misura, dettati da linee pure e minimali. L’utilizzo della carta da parati ruvida ed argentata, il pavimento in listoni di Bambù grezzo, le lampade in ottone brunito, i vetri lucidi e retro-laccati, gli specchi riflettenti e l’arredo in laccato bianco acciaio inox creano dei contrasti forti e decisi tra loro, come il liscio e il ruvido, il caldo e il freddo, il lucido e l’opaco, che vengono sempre messi in discussione ma mai in disaccordo tra loro.

MDO Headquarters

Alternative professional workspace
Monza, 2017
Italy
committente
ordine professionale
progettazione interna
direzione lavori artistica
progettazione degli arredi
progettazione dell’illuminazione
photo by Jab studio